Il termine “meltdown” è spesso usato per descrivere una reazione intensa e travolgente che può verificarsi in individui autistici in risposta a un’iperstimolazione sensoriale, a situazioni stressanti o a una mancanza di capacità di gestire le emozioni e le frustrazioni. I crolli possono manifestarsi in modi diversi da persona a persona, ma spesso comportano un’elevata ansia, frustrazione, rabbia o una sensazione di sopraffazione che può portare a comportamenti impulsivi o a una perdita di controllo.

I crolli sono diversi dalle “crisi sensoriali” o “sovraccarichi sensoriali”, che sono reazioni immediate e negative a stimoli sensoriali intensi come rumori forti, luci brillanti o texture sgradevoli. Mentre una crisi sensoriale può scatenare un tracollo, i crolli sono solitamente più ampi e coinvolgono una gamma più vasta di emozioni e comportamenti.

È importante sottolineare che i crolli non sono specifici solo agli individui autistici, ma possono verificarsi anche in persone con altre condizioni neurodiverse o come reazione a situazioni di stress elevato. L’importante è fornire un ambiente sicuro e supporto adeguato per aiutare l’individuo a gestire le emozioni e a riprendersi dopo un tracollo.

Di seguito postiamo il link di un video interessante di  Autistic Red Fryk Hey una fantastica ragazza che condivide sui social informazioni utili e il punto di vista di una persona autistica

https://www.facebook.com/ettapatapumm/videos/3347913841984839

Aggiorna le preferenze sui cookie